Blog

L’app di taxi italiana Wetaxi assicura la migliore esperienza possibile ai propri passeggeri

Operare nel business dei taxi significa assumersi delle responsabilità di avvenimenti che non si possono controllare. Dal momento che non sei il proprietario dei servizi che offri, dipendi dalla qualità della tua rete di partner. Questo tipo di attività è soggetta al principio del 'collegamento più debole': sei forte tanto quanto il tuo partner più debole. Se qualcosa andasse storto con una corsa, è al marchio che i passeggeri darebbero la colpa per un servizio scadente, non al fornitore diretto.

Wetaxi, un’app di guida italiana che collabora con decine di servizi di taxi in tutto il paese, ha trovato un modo per tenere sotto controllo l’esperienza dei passeggeri. Usano il servizio di mascheramento delle chiamate di Apifonica per monitorare l’esperienza del passeggero e proteggere i dati dei clienti da un uso improprio.

La maledizione dell’intermediario nel settore dei taxi

Cosa potrebbe andare storto con una corsa in taxi? A dirla tutta, molte cose.

In primo luogo, quando una compagnia condivide i contatti dei passeggeri con un conducente (e viceversa), entrano nel territorio fortemente regolamentato della protezione dei dati personali. Ai sensi del GDPR (General Data Protection Regulation), la mancata adeguata protezione dei dati personali dei clienti è punibile con multe salatissime. Ci sono un sacco di storie che circolano su Internet come "un tassista ha chiamato il suo passeggero e le ha chiesto di uscire", o "un passeggero sta stalkerando un autista". Questi sono tutti esempi di uso improprio dei dati personali, in cui una compagnia è a rischio di multe per "perdita" delle informazioni di contatto personali.

In secondo luogo, c’è una parte della corsa che è cruciale per l’esperienza del cliente, anche se poco valutabile per le compagnie di taxi. Stiamo parlando di interazioni individuali tra guidatore e passeggero. A questo punto, il comportamento scorretto di un conducente può distruggere completamente l’esperienza, non importa quanto sia bella la tua app e quanto sia avanzato il tuo stack tecnologico.

Controllare l’incontrollabile

Fondata nel 2017 a Torino, in Italia, Wetaxi è stata la prima applicazione in Europa a introdurre corse di taxi condivise in tempo reale. La compagnia opera attualmente in 22 città italiane, collaborando con dozzine di servizi di radio taxi. Nell’app Wetaxi, i passeggeri possono ordinare un taxi, seguirne la posizione in tempo reale, pagare per la corsa e condividere il loro feedback.

In quanto attore principale nel mercato altamente competitivo dei taxi, Wetaxi conosceva l’importanza fondamentale dell’esperienza dei passeggeri per il successo di una compagnia di taxi. Fin dall’inizio, si stavano concentrando sul rendere l’app Wetaxi la più semplice, diretta e trasparente del paese.

Ma ordinare un taxi tramite l’app è solo l’inizio del viaggio del cliente. Anche l’esperienza app assolutamente migliore può essere rovinata da ciò che accade dopo, nella vita reale. Con questo in mente, il team di Wetaxi è stato costantemente alla ricerca di miglioramenti in ogni fase in cui un cliente interagisce con il proprio servizio.

A prima vista, dal momento in cui il conducente ha accettato l’ordine, l’app taxi non ha alcuna influenza su ciò che accade dopo. L’autista arriverà velocemente? Saranno gentili ed educati con il cliente? "Dipende dal radio taxi partner e da ogni particolare conducente" ... alcuni potrebbero pensare. Ma non una società esperta in tecnologia.

Seguendo le migliori pratiche dei marchi di taxi più famosi al mondo, Wetaxi ha introdotto il servizio Call Masking, realizzato da Apifonica. Il mascheramento delle chiamate espande la zona di controllo dell’aggregatore di taxi, mettendoli nella posizione in cui possono supervisionare la comunicazione tra un guidatore e un passeggero.

Il mascheramento delle chiamate è una tecnologia che sostituisce automaticamente i numeri di telefono reali con quelli virtuali, chiamati "maschere". Tutte le chiamate effettuate da e verso questi numeri sono visibili a una compagnia di taxi: sono tracciate e registrate. Inoltre, il Call Masking consente a un guidatore e un passeggero di chiamarsi al telefono senza esporre i propri dati di contatto. I passeggeri possono essere sicuri che i loro dati personali siano al sicuro con Wetaxi, mai condivisi con nessuno.

Come funziona Call Masking per i taxi

Wetaxi mantiene i contatti personali al sicuro, fornendo un canale temporaneo per la comunicazione guidatore-passeggero per ogni corsa.

Quando il conducente accetta l’ordine tramite Wetaxi, l’app assegna numeri di telefono virtuali sia al conducente che al passeggero. Quando il conducente chiama il passeggero (o viceversa), Apifonica acquisisce la chiamata e la inoltra al numero di telefono permanente ("reale") del passeggero. Il passeggero riceve una chiamata dal numero virtuale del conducente e può rispondere o richiamare. Tutte le chiamate tra guidatori e passeggeri possono essere registrate ai fini del controllo di qualità e della risoluzione dei reclami.

Una volta completata la corsa, i numeri virtuali rimangono attivi per 24 ore, per consentire i contatti riguardanti , ad esempio, ad oggetti dimenticati in auto o qualsiasi altro tipo di bisogno post corsa.

In un mondo moderno, "corsa in taxi sicura" significa molto più di una semplice corsa. L’adozione di ulteriori misure per proteggere i dati personali aggiunge un ulteriore livello di "sicurezza" all’esperienza complessiva dei passeggeri. Con il mascheramento delle chiamate di Apifonica, Wetaxi ottiene un maggiore controllo su come e dove avvengono le comunicazioni guidatore-passeggero.

Per maggiori info riguardanti il Phone masking

Visitando il sito Web di Apifonica, accetti il nostro utilizzo dei cookie. Leggi la nostra politica sui cookie qui.